Piero Paladini Art & Design

I medici

E-mail Stampa
01-albero Uccellacci ….corvi e gufi, la mia vita è ben sottile tra becchi duri e serrati che di concetto non sono capaci, ma degli occhi e del mio sangue a breve diverran rapaci .

Pinocchio – “Demonio d’ una fata, è mai possibile che debba esser pupazzo nelle sue mani e tocchi di tenera carne da dar in pasto ai  rostri di questi esseri che ella veste da medici  infami .”

Fata – “Oooh guardate che occhi…vedete, signori medici, il caso è assai scottante, ci vuole attenzione nell’applicar le cure… questo prodigio, sapete, ha già provato il cappio, il fuoco e la scure…”

Medici – “Beh...l’espressione è assai viziata e l’ittero pervade l’incarnato ma... potremmo cavar del sangue infetto dal suo cuore, se solo il fanciullo non fosse di legno assai duro, ma forse...fata, segando qua e tagliando là, nella ricrescita, chi lo sa potrebbe se non morire, magari  rinsavire.”

Pinocchio – “Sì, fatina, berrò l’intruglio, cosa potrei non fare per levarmi di dosso gli artigli  che mi iniettano il male con le unghie nella carne .
Quelle stesse maschere abitano i miei incubi quando il mal di vivere viene a trovarmi in sogno ed io nel sogno cerco di strapparle così da tirar via la paura che mi si para davanti…..  ma sono d’ossa e cave, per far sì che vi sia spazio al loro interno per l’ anima mia e quella di altri mille ai quali l’ hanno già strappata…portali via fata e con loro la febbre che mi fa delirare …dammi la pozione ….glu glu glu …aaah.”

Fata – “Povero Pinocchio sei tutto sudato proprio come un bambino vero, senti con la mano la fronte….sentila, è calda che brucia, non era forse questo che volevi, mio piccolo burattino…”

Pinocchio – “Sì brucia …bruciavano anche i miei piedi sul fuoco e Geppetto li ricostruì nuovi nuovi che quasi non lo ricordavo più ……..ma come farai tu a cancellare dalla mia mente tali orrori…..si possono cancellare i pensieri fata…si possono cancallare questi orribili pensieri che di notte occupano i miei sogni...?”

Fata – “Oooh mio Pinocchio, vedi...la mente è un luogo in cui le cose trovano sempre un loro ordine ed alla fine alcune tra queste si congiungono per divenire altro……proprio come nella tua memoria l’albero, il burattino ed il ciuchino saran presto il bambino che diverrà alfine uomo.”
 
You are here: Home Opere Pinocchio I medici