Piero Paladini Art & Design

Ospite nelle mie stesse camere

E-mail Stampa
Giangiacomo Acaya - Uomo dell'ultimo Rinascimento
“Fui quindi destato dal sonno con la stessa violenza con cui il pesce viene strappato dal mare, per affiorare in un mondo che non è il suo."


Quando l'azione precede la parola provoca danno, ma quando la parola non produce più azioni i danni non sono inferiori e, di sicuro, di maggior durata, in quanto gli effetti subdoli bucano non visti dall'interno e non vi è modo di rendersi conto del danno, se non quando oramai è troppo tardi.
E per mantener alto il nome della sua casata, l'amico fiorentino mi rese reo di una sua mancanza in denaro verso le casse del regno e si sa che a farsi garanti e a dar l'acqua all'orto altrui, si rischia d'esser poi responsabili pure del raccolto.
Fui quindi destato dal sonno con la stessa violenza con cui il pesce viene strappato dal mare, per affiorare in un mondo che non è il suo. Così la sorte, caro Manilio, mutò e la vita offrì ai miei occhi un nuovo quanto inaspettato punto di vista, ossia la prigione, la stessa del medesimo castello eretto nel nome dell'amato sovrano. Ora, ospite nelle mie stesse camere, medito sulle ragioni che, credimi...sono al di là della verità del mio braccio, che più non regge.
 
You are here: Home Opere Giangiacomo Acaya Ospite nelle mie stesse camere